SHOW COOKING: GLI CHEF

FRANCESCO ZUCCA

Francesco Zucca è un cuoco appassionato che ha trasformato i gesti quotidiani della mamma e della nonna, maestre della cucina casalinga, in un mestiere da portare avanti con passione, dedizione e amore per la sua terra.

Cagliaritano, classe 1978, Francesco lavora da tempo in giro per l’Italia e l’Europa.

Il suo futuro era un disegno le cui tracce erano state delineate fin da piccolo. Quelle mani che si muovevano veloci per provvedere alla famiglia sono state per lui muse ispiratrici per una carriera che forse era già stata scritta.

Ha mosso i primi passi nella sua Cagliari, che ha lasciato per maturare esperienza in giro per lo stivale. E poi le stagioni in giro per l’Isola e le trasferte continue su e giù per il Vecchio Continente, tutta gavetta che gli ha permesso di vivere continuamente immerso in nuovi stimoli culinari senza mai abbandonare le sue radici. Ha partecipato ad eventi accanto ai più grandi nomi della cucina Italiana.

Tra le tante iniziative, l’idea delle cene itineranti a domicilio di “Metti una sera a cena”, dove Francesco cucinava a casa dei suoi “ospiti” sulla base delle loro richieste.

Oggi, a 40 anni, Francesco si rimette in gioco e insieme alla moglie apre un piccolo Bistrot in Via Tuveri a Cagliari. Un luogo intimo che trasuda la vocazione per la sua professione e l’amore per la sua terra. Qui fa assaporare la sua idea di cucina, basata su materie prime del territorio e tradizione.

Un menù sempre vario, che segue il calendario delle stagioni e i relativi prodotti, per gustare la freschezza di una cucina mai uguale a se stessa.

Il piatto forte la realizzazione di pasta fresca ripiena, come i Culurgiones, ma anche tutta la pasta fresca della tradizione isolana.

 

MARINA RAVAROTTO

“Chef. Sognatrice. Testarda. Ciclista. Generosa. Emotiva. Guerriera. Amo cucinare ed amo la mia terra. In maniera viscerale”: così si descrive Marina Ravarotto proprietaria del ristorante ChiaroScuro a Cagliari.

Ed è stato proprio l’amore viscerale per la sua terra a farle prendere la decisione di far conoscere le specialità della nostra cucina, senza mai lasciare la Sardegna.

Classe 1981, Marina Ravarotto vive la cucina fin da bambina quando, ancora piccolissima, a Nuoro, impastava ravioli con la nonna.

Da anni fa conoscere le specialità della cucina barbaricina nel campidano di Cagliari, prima col ristorante L’Imperfetto e, da alcuni anni, con i piatti di ChiaroScuro. Nel ristorante di Corso Vittorio oggi reinterpreta i grandi classici della cucina nuorese e barbaricina.

Dall’inizio della sua carriera sceglie di restare in Sardegna, per trasformare la tradizione dell’Isola in una esperienza del gusto di alta cucina. Per riuscire nell’intento ha lavorato con i più grandi maestri della cucina dell’Isola.

Dallo Chef Mario Tirotto, con cui ha collaborato a Santa Teresa di Gallura per sei anni, allo Chef Stefano Deidda di Cagliari e con lo Chef Roberto Petza. Con lui, e una intera squadra formata da diversi artisti della cucina, ha vissuto l’esperienza di Eataly in occasione di Expo 2015. 

Oggi è la padrona di casa di ChiaroScuro, situato in Corso Vittorio a Cagliari, dove la tradizione dell’entroterra isolano si fonde con la ricercatezza di una cucina moderna, per reinterpretare piatti e ingredienti della tradizione, esaltandoli.

La sua specialità? Il Pane Frattau.

ALBERTO SANNA

Secondo la classifica stilata da Forbes nel 2017, Alberto Sanna è uno tra i giovani super talenti italiani che la giuria internazionale della rivista ha inserito nell’esercito di 300 fenomeni d’Europa.

Classe 1988, originario di Samassi, ad appena 29 anni ha collezionato già una serie di successi. “Figlio d’arte”, nato e cresciuto nella cucina del ristorante dei genitori, per Alberto quella dello Chef era una carriera scritta nel dna.

Non solo l’eredità della famiglia, il suo è un vero e proprio talento messo in campo con grande passione.

A 14 anni l’iscrizione all’istituto alberghiero di Arzachena poi la gavetta nei ristoranti della Costa Smeralda. E ancora la tappa lavorativa a Londra, prima di tornare nella sua Sardegna per portare una ventata d’aria fresca nel ristorante del padre.

Nei suoi menù non manca mai il prodotto principe di Samassi, il carciofo. Più in generale il giovane talento della cucina nostrana utilizza prodotti a km0, che mette insieme in maniera soave ed equilibrata.

Gira per la Sardegna tra eventi e cooking show, ma qualcosa bolle in pentola per il prossimo futuro. Un progetto in fase embrionale, Alberto sta mettendo insieme gli ingredienti necessari per realizzare la nuova portata da servire al tavolo della sua carriera.

E a proposito di portate. Tra i suoi piatti forti il celebre polpo in crosta di pane carasau, con patate, nocciola e prezzemolo ma anche il cous cous alla campidanese.

Comune di Gonnostramatza

Comune di Masullas

Comune di Mogoro

Comune di Pompu

Comune di Simala

Comune di Siris

Pin It on Pinterest

Share This